BONUS PRIMA CASA UNDER 36

L’acquisto della prima casa è un momento molto importante, specialmente per i più giovani. Rispetto a 30 anni fa il costo delle case è aumentato e gli stipendi si sono ridotti. Per cercare di dare un supporto lo Stato ha deciso di dare un bonus prima casa per gli under 36, come è possibile ottenerlo? 

I sostegni arrivano dal decreto Sostegni bis attraverso l’introduzione di nuove agevolazioni per i giovani che hanno il desiderio di acquistare casa. Gli aiuti messi a disposizione vanno dal fondo di garanzia statale per coloro che hanno più difficoltà ad accedere al credito, alla parziale o totale esenzione dal pagamento delle imposte alla stipula dell’atto di acquisto. 

Il bonus è riservato a coloro che hanno meno di 36 anni e un Isee di massimo 40.000 €.

Scopriamo insieme come ottenere il bonus prima casa under 36! 

SOMMARIO:

  • Chi ha diritto al bonus prima casa under 36 
  • I vantaggi del bonus prima casa under 36 
  • Oltre al bonus prima casa under 36: le agevolazioni prima casa

1. Chi ha diritto al bonus prima casa under 36 

Per poter accedere al bonus prima casa under trentasei è necessario non aver compiuto trentasei anni nell’anno in cui viene stipulato il rogito e non può avere un Isee che superi i 40.000 €. 

Cosa significa? 

Significa che se acquisti una casa il 1° gennaio 2022 e a settembre compi 36 anni non ne hai diritto. Inoltre, l’Isee che dovrai presentare deve essere in corso di validità nel momento del rogito: ti sarà richiesto di inserire gli estremi all’interno dell’atto redatto dal notaio!

Età anagrafica e Isee non sono gli unici requisiti per ottenere il bonus, per l’acquirente è necessario stabilire la sua residenza nel comune dove ha acquistato l’immobile entro 18 mesi dalla compravendita. Oltre a stabilire la residenza, il compratore dovrà dichiarare di non possedere diritti di proprietà, usufrutto e uso di un altro immobile all’interno dello stesso comune. 

Inoltre, il bonus non è concesso nel caso in cui si stia acquistando abitazioni di tipo signorile, ville, castelli o palazzi di pregio storico e artistico. 

Essendo un bonus prima casa, per ottenere le agevolazioni l’acquirente dovrà redigere una dichiarazione in cui afferma di non avere diritti di proprietà su secondi immobili su cui siano state utilizzate le agevolazioni del bonus prima casa, anche se acquistati dal coniuge. 

2. I vantaggi del bonus prima casa under 36 

L’agenzia delle entrate ha fornito una guida molto utile sul loro sito chiamata Guida per l’acquisto della prima casa. 

Ricorda che il bonus non è eterno, per ottenerlo dovrai concludere l’acquisto della casa tra il 21 maggio 2021 e il 30 giugno 2022. 

Se risulti tra coloro che ne hanno diritto il bonus ti permetterà di non versare: 

  • l’imposta di registro: il suo valore ammonta al 2% del valore catastale dell’immobile; 
  • l’imposta ipotecaria e catastale di circa 100 €;

Questi sconti sono molto importanti nel momento in cui si acquista una casa e vengono riconosciuti al momento del rogito nel caso in cui la compravendita avvenga tra privati. 

Se al contrario hai i requisiti, ma stai comprando da un’impresa, ti toccherà comunque versare l’Iva del 4% sul prezzo d’acquisto. Ci sono comunque dei vantaggi anche in questo caso, infatti avrai diritto ad un credito d’imposta dello stesso ammontare che potrai utilizzare per il pagamento di altre imposte. 

Anche in questa eventualità non sarai tenuto a versare durante il rogito l’imposta di registro, catastale e ipotecaria; avrete dunque un risparmio di 600 euro.  

3. Oltre al bonus prima casa under 36: le agevolazioni prima casa

Il bonus prima casa under 36 non è l’unica agevolazione per l’acquisto della “prima casa”, in generale ci sono numerose facilitazioni che permettono agli acquirenti di versare imposte ridotte.

In cosa consistono queste agevolazioni? 

Se acquisti da un privato dovrai versare un’imposta di registro del 2%, al posto del 9% sul valore catastale dell’immobile. Invece, il valore delle imposte ipotecaria e catastale diventa di 50 € l’una. 

Se il venditore è un’impresa, l’imposta sul valore aggiunto si dovrà versare, ma al 4% anziché al 10%. In questo caso il valore delle imposte ipotecaria e catastale diventa di 200 € l’una.  

Per accedere alle agevolazioni ci devono essere tutte le seguenti condizioni: 

  • Abitazione non di lusso: non deve essere un’abitazione signorile, una villa, un castello o palazzo con eminenti pregi artistici e storici; 
  • Devi avere la residenza nel comune in cui si trova l’immobile entro 18 mesi dall’acquisto. La comunicazione di voler stabilire la propria residenza nel suddetto Comune deve essere espressa dall’acquirente durante l’atto di compravendita. Nel caso in cui vivessi all’estero e fossi iscritto all’AIRE è possibile comprare la prima casa in tutta Italia senza vincoli. Lo stesso principio vale anche per le Forze armate e per le Forze di polizia. 
  • Non devi avere diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione, a titolo esclusivo o in comunione con il coniuge, su un altro immobile nel territorio comunale dove è localizzata la casa per la quale hai ottenuto le facilitazioni. 
  • Non devi essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione a titolo esclusivo o in comunione con il coniuge, su un altro immobile nel territorio nazionale che abbia già usufruito delle agevolazioni per l’acquisto della “prima casa”. 
  • Devi dichiarare tutti questi requisiti durante l’atto di acquisto, in modo da ottenere le agevolazioni prima casa. 

Perderesti le agevolazioni, invece, se vendessi o donassi l’abitazione entro 5 anni dalla data in cui è stato effettuato l’acquisto. Per prevenire questa cosa dovresti comprare un altro immobile da destinare a “prima casa”.  

I vantaggi che potresti avere da questi bonus sono considerevoli e possono pesare molto quando si deve calcolare il budget di acquisto di una casa. Se vuoi essere certo di avere tutti i requisiti per sfruttare al meglio tutte le agevolazioni previste contatta un agente immobiliare. In questo modo sarai supportato da un professionista che saprà consigliarti al meglio! 

Lorenzo Seminari Immobiliare Real Estate è un’agenzia seria e competente che opera a Como, Cantù e in provincia e che ti offre una consulenza immobiliare a 360°. Contattaci cliccando sul nostro sito,  chiamando direttamente allo 031-54.77.656 o scrivendo a [email protected]

Back to top

Related Posts